1. Cacciatore aka. Immagine tratta dal documentario UNESCO aka polyphonic singing.

2. Copertina del disco Aka Pygmy Music (registrazioni e Libretto di Simha Arom), UNESCO 1994.

Area geografica di riferimento
Aree geo-culturali
Nome del paese
Interprete/interpreti

Cacciatori aka

Autore/autori

Registrazioni Simha Arom

Anno di registrazione
1994
Video di presentazione

Descrizione

La musica dei pigmei aka, stanziati nelle foreste del sud-est della Repubbica Centrafricana e della parte settentrionale del Congo, è una pratica collettiva essenzialmente corale. Gli aka fanno largo uso della tecnica a hoquetus, ma la varietà delle loro polifonie si estende da canti omoritmici a voci parallele sino ad arrivare a strutture contrappuntistiche molto elaborate e dense, in cui le voci sono quindi melodicamente e ritmicamente indipendenti. Nella maggior parte dei casi, i canti sono strettamente legati a specifiche pratiche rituali e sociali e per questo quasi mai assimilati dalla popolazione al concetto di “musica” inteso nella sua valenza occidentale. Il mongombi presentato nell’esempio è una tecnica vocale utilizzata dagli uomini (quattro nell’esempio) durante le battute di caccia all’interno della foresta. Tale ‘canto’ ha la funzione di tenere in contatto i cacciatori all’interno della foresta, di attrarre la selvaggina nelle reti e di comunicare con la foresta intesa come entità. I cacciatori alternano suoni di petto e di testa, come nello yodel. In genere i due registri dello yodel sono associati a gruppi vocalici: registro basso/vocali aperte (e, a, o), registro alto/vocali chiuse (i, y, u). Il brano è tratto dall’album Aka Pygmy Music, UNESCO Collection of Traditional Music che raccoglie le registrazioni sul campo (e le relative note) dell’etnomusicologo africanista Simha Arom.

Approfondimento
Voci e strumenti

Voci

Documentazione

Bibliografia

AA.VV., Musiche tradizionali centrafricane, Torino, Settembre Musica, 1997.

Simha Arom (registrazioni e libretto), Aka Pygmy Music, UNESCO Collection of Traditional Music, UNES08054, 1994.

Simha Arom, Polyphonies et polyrhythmies instrumentales d’Afrique Centrale, Parigi SELAF, 1985.


Serge Bahuchet, Les pygmées Aka et la forêt Centrafricaine, Parigi, SELAF, 1985.


Susanne Fürniss, Aka Polyphony: Music, Theory, Back and Forth. Michael Tenzer. Analytical Studies in World Music, Oxford University Press, pp.163-204, 2006.

Gilbert Rouget,  "L’efficacité musicale: musiquer pour survivre. Le cas des Pygmées." L’Homme. Revue française d’anthropologie 171-172 (2004): 27-52.

Louis Sarno, Song from the Forest, S. Antonio, Trinity University Press, 2015.

Risorse web

Documentazione

Pagina web dell’UNESCO dedicata alle polifonie aka

Video di approfondimento dell’UNESCO 

Pagina web dedicata alle musica e alle danze aka

Sito di approfondimento sulla popolazione aka

Trailer del documentario Forest of the Dancing Spirits di Linda Västrik, 2005

Audio di approfondimento

 

Autore scheda
CVV
Licenza

Licensed under Creative Commons Attribution Noncommercial Share-Alike 3.0
 

Modificato
05/01/2019

Condividi:

 

Condividi: