1. Danza aka (immagine tratta dal sito UNESCO)

2. Tamburi aka mondumu (immagine tratta da AA.VV., Musiche tradizionali centrafricane, Torino, Settembre Musica, 1997)

3. Lame  kétò (immagine tratta da AA.VV., Musiche tradizionali centrafricane, Torino, Settembre Musica, 1997)

Area geografica di riferimento
Aree geo-culturali
Nome del paese
Interprete/interpreti

Comunità aka

Autore/autori

Registrazioni di Simha Arom

Anno di registrazione
1971
Video di presentazione

Descrizione

Il Bondo è una danza rituale eseguita dagli aka, popolazione pigmea di cacciatori-raccoglitori della Repubblica Centroafricana, in diverse circostanze di rilievo come la partenza per una importante battuta di caccia. L’intera comunità si riunisce in cerchio: gli uomini si dispongono da un lato e le donne dall’altro. Al centro un falò e un divinatore-guaritore che guida la cerimonia intonando il canto bosobè, al quale uomini e donne rispondono in coro e battendo le mani. Accompagnano il canto polifonico due tamburi mondumu suonati da quattro percussionisti (due colpiscono la pelle dello strumento a mani nude e gli altri due percuotono il corpo ligneo con un battente). Il divinatore inizia a danzare indossando e scuotendo delle cavigliere sonaglio e osservando il fuoco durante la danza presagisce la buona o la cattiva riuscita della battuta di caccia. All’inizio del brano emerge chiaramente un timeline pattern caratterizzato da 12 impulsi e 5 colpi (x.x.x..x.x..), eseguito con un battente sul corpo del tamburo. Il brano e le relative informazioni sono tratte dall’LP (con libretto) Aka Pygmy Music dell’UNESCO Collection of Traditional Music (1994) curato da Simha Arom. Le registrazioni effettuate dall’etnomusicologo risalgono al 1971.

Approfondimento
Voci e strumenti

Voci

Mondumu (tamburi cilindrici)

Documentazione

Bibliografia

AA.VV., Musiche tradizionali centrafricane, Torino, Settembre Musica, 1997.

Simha Arom (registrazioni e libretto), Aka Pygmy Music, UNESCO Collection of Traditional Music, UNES08054, 1994.

Simha Arom, Polyphonies et polyrhythmies instrumentales d’Afrique Centrale, Parigi SELAF, 1985.


Serge Bahuchet, Les pygmées Aka et la forêt Centrafricaine, Parigi, SELAF, 1985.


Susanne Fürniss, Aka Polyphony: Music, Theory, Back and Forth. Michael Tenzer. Analytical Studies in World Music, Oxford University Press, pp.163-204, 2006.

Risorse web

Pagina web dell’UNESCO dedicata alle polifonie aka

Video di approfondimento dell’UNESCO 

Pagina web dedicata alle musica e alle danze aka

Sito di approfondimento sulla popolazione aka

Trailer del documentario Forest of the Dancing Spirits di Linda Västrik, 2005

Audio di approfondimento

Autore scheda
CVV
Licenza

Licensed under Creative Commons Attribution Noncommercial Share-Alike 3.0
 

Modificato
05/01/2019

Condividi:

 

Condividi: